Centro Informazione Stampa Universitaria
00161 Roma • Viale Ippocrate 97 • Tel. 06 491474 • Fax 06 4450613 • info@cisu.it
Ulti Clocks content
Mercoledì, 23 Gennaio 2019

Cerca nel Catalogo Prodotti

Info: Il tuo browser non accetta i cookie. Se vuoi utilizzare il carrello e fare acquisti devi abilitare i cookie.
Stampa Stampa
Antropologia arrow L'Italia non basterebbe


L'Italia non basterebbe
Visualizza Ingrandimento


L'Italia non basterebbe

Prezzo: €23.90

Chiedi un'informazione riguardo questo prodotto

Giulia Fassio

L’Italia non basterebbe

Migrazioni e presenza italiana a Grenoble dal secondo dopoguerra

Migrazioni

2014 – p. 302 – € 23,90 – Formato 15 x 21 – ISBN 9788879755955

Negli ultimi anni l’Italia è tornata ad essere anche un paese d’emigrazione o, con un termine meno definitivo, di forte mobilità: obiettivo di questo libro è far luce su un fenomeno che si ripresenta ciclicamente, condizionando, in senso positivo e negativo, la cultura e le prospettive del Paese. La crescita dei flussi migratori è dovuta alla crisi occupazionale, alla ricerca di condizioni di lavoro soddisfacenti, ma anche a nuovi stili di vita per cui sempre più giovani esercitano la propria aspirazione a circolare liberamente, soprattutto in Europa.

Si tratta di migrazioni diverse da quelle di qualche decennio fa e tuttavia non del tutto disconnesse le une dalle altre: i flussi attuali, infatti, rispecchiano spesso una serie di problemi irrisolti in Italia e, in qualche caso, ricalcano vie e itinerari già percorsi, sebbene per ragioni e con strategie diverse.

Il caso delle migrazioni italiane a Grenoble, capoluogo del dipartimento francese dell’Isère, risulta emblematico in questo senso. La città infatti è caratterizzata da una storia migratoria di lunga durata e da una presenza italiana stratificata: gli italiani – arrivati in città in flussi consistenti soprattutto a partire dalla seconda guerra mondiale – costituiscono una collettività piuttosto numerosa e complessa, in cui convivono due vettori apparentemente contrapposti. Da un lato si nota l’invecchiamento dei membri più anziani e il progressivo sfaldarsi delle reti ad essi collegati, dall’altro si osserva l’arrivo di recenti espatriati, spesso impiegati nelle professioni della ricerca scientifica, fortemente mobili e “instabili”. A complicare questo panorama si aggiungono rivendicazioni e strategie di appartenenza delle seconde e terze generazioni. Grenoble può quindi essere considerata un banco di prova privilegiato per osservare le migrazioni passate e quelle presenti, chiedendosi cosa ne sia stato delle prime e cosa sarà delle seconde, evidenziando i rapporti intergenerazionali al loro interno, indagando il ruolo delle famiglie e dei legami transnazionali ed il peso delle varie forme di autorappresentazione degli emigrati.





Recensioni Clienti:

Nessuna recensione disponibile per questo prodotto.
Autenticati per poter scrivere una recensione.


altre categorie


DEA, Materiali studi demoetnoantropologici (9)

Ethnografie americane (15)

Etnogastronomia (1)

Etnografia dell'educazione (12)

Etnografia sperimentale (25)

Etnosistemi (10)

Finzioni vere (6)

Il mestiere dell'Antropologo (19)

Il sapere e il fare. Studi antropologici e applicazioni pratiche (5)

Luoghi, spazi, persone (3)

Migrazioni (10)

Quaderni de l'uomo. Società tradizione sviluppo (2)

Quaderni di Etnosistemi (2)

Ricerche di Antropologia del mondo contemporaneo (2)

Romanes (25)

Generi & Differenze (2)

Cultura, salute e società (2)

Antropologia del Patrimonio (5)

Storia dell'Antropologia (2)

Antropologi nelle imprese (1)

Ultimo Aggiornamento: Wednesday, 23 January 2019 13:16

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie policy.

Accetto i cookie su questo sito.

EU Cookie Directive Module Information